Fondi periferie; il Governo blocca i soldi di Verona

Ago 08 2018
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Dopo il blocco della TAV Brescia-Verona ecco un’altra sciagura: il blocco dei bandi vinti da Verona per le risorse a favore della riqualificazione di Veronetta.

Il Governo ha bloccato i finanziamenti per i progetti vincitori del bando periferie. Si tratta di oltre 2 miliardi di risorse per la riqualificazione e la rigenerazione di aree bisognose di tantissimi comuni, il cd. “bando periferie” scritto da noi nel 2016.

Verona ha beneficiato di quei fondi: 18 milioni di euro da destinare alla riqualificazione di Veronetta.

Due le aree del quartiere oggetto di una importante riqualificazione:

  • il restauro e il riuso di palazzo Bocca Trezza, storico edificio cinquecentesco in degrado, realizzando al suo interno una sala convegni, spazi per il Terzo Settore da destinare a uno spazio famiglie, una ludoteca, un centro diurno per bimbi tra i 10 e i 15 anni, nonché spazi per ultra-sessantacinquenni (counselling, orientamento, alfabetizzazione informatica);
  • il complessivo recupero della struttura ottocentesca del Silos di Levante, per un costo di 3.875.000 euro. Gli interventi riguardano un edificio di circa 17 mila metri cubi, a pianta rettangolare e prevedono il restauro, il risanamento e la conservazione degli apparati architettonici esterni austroungarici e una riconversione dei volumi interni. Una volta terminati i lavori, gli spazi dovrebbero accogliere spazi espositivi, punti di ristoro e sale lettura e studio per gli studenti.

Per la foga ideologica di cancellare il passato, i pentastellati fanno danni. Spostare tutto al 2020 significa anche far lievitare i costi.

Per coprire il disastro, adesso promettono di rifinanziare il fondo che hanno ridotto? Dubito che entro due anni rifinanzieranno i progetti, Verona inclusa.

E chi pagherà i costi già sostenuti per i progetti? E’ giusto cancellare un bando dopo l’assegnazione?

Sono dei dilettanti.

E’ necessario che il sindaco Sboarina agisca verso il governo amico. Il Ministro Fontana, anziché discriminare le unioni civili e occuparsi di fascismo, si muova per garantire a Verona i 18 milioni di euro che si era conquistato.

In ogni caso, partendo da quanto sta succedendo a Verona, se il differimento dei fondi per le periferie non sarà per aiutare i Comuni a presentare i progetti, ma per destinarli ad altro, faremo opposizione durissima.

E’ l’unico modo per riavere i 18 milioni che il Governo ha sospeso.

Nella foto: palazzo Bocca Trezza, storico edificio cinquecentesco in degrado il cui progetto era stato finanziato.

Commenti

Related Posts