Discarica di Pescantina, al via la bonifica

È stato approvato dalla Giunta regionale del veneto lo schema di Accordo di Programma con il Ministero dell’Ambiente e il Comune di Pescantina relativo all’attuazione dell’intervento di messa in sicurezza della discarica di Ca’ Filissine.

L’accordo sblocca i 65 milioni di euro che il Governo Renzi, grazie al lavoro svolto dai parlamentari PD di Verona, aveva stanziato per la bonifica.

L’ permetterà di risolvere la situazione di grave rischio ambientale nell’area della discarica che, va sottolineato, è sequestrata da anni per le gravi irregolarità di gestione che erano state a suo tempo rilevate.

E’ necessario ridurre al minimo il potenziale inquinante dei rifiuti stoccati, evitando qualsiasi conseguente danno all’ambiente, come ad esempio la contaminazione dell’acqua potabile dalle sostanze PFAS, come è stato scoperto pochi giorni fa.

Con la bonifica si chiuderà un capitolo fatto di errori, di violazioni di vario genere, di proposte strampalate e anche di ostinate menzogne, come quelle che ripeteva qualcuno sul fatto che non era vero quando dicevano che i soldi c’erano e li avevamo messi noi.

Chissà se adesso si siano convinti e chiederanno scusa, soprattutto ai residenti di Pescantina per aver loro mentito spudoratamente.

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *