Fermate autobus in stazione, al sole e alla pioggia

Giu 26 2019
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Nel piazzale della stazione ferroviaria di Porta Nuova chiunque deve prendere un autobus dai marciapiedi B1, D1 e D2 è costretto al sole e alla pioggia.

Non che gli altri marciapiedi siano messi meglio, le pensiline sono così alte che difendono poco, ma almeno ci sono.

Su quei tre, invece, non sono mai state installate.

Una situazione paradossale che la dice lunga sulla qualità degli interventi effettuati pochi anni fa e presentati come un bel biglietto da visita per la città. Proprio così, salvo poi costringere veronesi e turisti al sole alla pioggia.

Ancora peggio la condizione nella parte in cui ci sono gli autobus a lunga percorrenza (es. flixbus, busitalia).

In quella zona, verso via Palladio manca qualsiasi struttura di conforto e accoglienza per i viaggiatori. Infatti, i casi di bivacchi, sporcizia e bisogni sono evidenti e numerosi.

E’ tanto tempo che lo dico: una città ospitale non può permettersi queste cose. Facciamo bene a vantarci della stagione lirica, delle olimpiadi, ma su queste piccole cose si misura la vera attenzione.

Coloro che arrivano a Verona e restano al sole, alla pioggia o per ore seduti in un giardino, come la ricorderanno?

Ed i tanti veronesi che viaggiano in bus e frequentano la stazione, sono interessati alle grandi cose o a come devono fare per ripararsi?

Mi pare siano cose elementari che chiunque dovrebbe capire per agire.

Il Comune apra un tavolo urgente con le Ferrovie perché è urgente mettere fine a questo degrado.

Per questo ho partecipato convintamente al sit in organizzato dal terzo Circolo PD che meritoriamente ha richiamato l’attenzione sulla necessità di sistemare le cose.

Commenti

Related Posts