Ferrovie, salva la centralità di Verona

Il Posto Centrale – Servizio Comando, Controllo, Comunicazione presso la stazione di Porta Nuova gestirà tutto il traffico regionale e merci sulle tratte Verona/Brennero e Brescia/Padova. Deciso lo spostamento da Milano a Verona delle funzioni di comando dei treni.

Sono molto soddisfatto per il risultato ottenuto, in sinergia con i sindacati, anche loro fortemente impegnato sull’obiettivo. Anche la Direzione Territoriale di Verona ha avuto un ruolo importante. 

La Sala Coordinamento, Controllo, Circolazione che impiega circa un centinaio di ferrovieri di cui almeno 70 con alta qualificazione, governerà il traffico regionale e merci sulle linee ferroviarie da Brescia a Padova, da Poggiorusco al Brennero, da Vicenza a Schio, da Verona a Modena, da Mantova/Legnago a Monselice, da Verona a Rovigo e le tre linee locali del Trentino (Trento-Castelfranco) e dell’Alto Adige (la Bolzano-Merano e la Fortezza-San Candido).

Dopo l’interrogazione parlamentare e le insistenze presso il Ministero ed i vertici FFSS, è stata finalmente riconosciuta l’importanza del nodo di Verona nel traffico ferroviario.

Un riconoscimento per Verona che non ha eguali.

A seguito dei lavori per l’ammodernamento tecnologico, la proposta fatta dalle ferrovie era quella di spostare tutto a Milano/Greco. Inaccettabile, perché Verona rischiava un pericoloso ri-dimensionamento rispetto alle potenzialità esistenti in termini di professionalità presenti e di quantitativo di produzione dal punto di vista del traffico regionale e merci.

Proprio qui che c’è il Quadrante Europa.

Sono sempre stato convinto che ha senso governare questi tipi di traffici nel punto in cui essi insistono e non da altrove. Per questa ragione avevo insistito per rivedere la proposta di spostare tutto a Milano.

Sarebbe stato paradossale il punto di rottura nel nodo di Verona con evidenti problemi per l’organizzazione futura e le ricadute occupazionali.

La riorganizzazione in corso attribuisce la giusta importanza alla gestione e al controllo del traffico locale e dell’importante segmento del traffico merci legato a realtà produttive industriali e/o commerciali di fortunata collocazione geografica.

Con questa soluzione il Posto Centrale Sistema Comando e Controllo e la Sala Coordinamento, Controllo, Circolazione di Verona avrà in mano la gestione della circolazione unitaria ed omogenea, sulle linee del bacino regionale veneto occidentale, delle provincie lombarde orientali e del Trentino Alto Adige, in connessione con la sub direttrice del Brennero, consentendo al Posto Centrale di Milano di concentrarsi sul segmento viaggiatori “Mercato” e “Lunga percorrenza” della Direttrice Orizzontale sulla linea AV in fase di studio/realizzazione tra Milano e Verona.

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *