Fondazione Arena…continuiamo a parlarne

Dic 30 2015
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

É un bene che si parli continuamente della Fondazione Arena perché tiene alta l’attenzione. Bene anche la vitalità di proposta.

Non mi convincono, però, le proposte di soluzioni preconfezionate e ideologiche e, peggio ancora, rischiose per i lavoratori, soprattutto se questi non sono coinvolti.
Per il PD in tutta questa vicenda rilevo una criticità di fondo: Girondini è stato sostenuto per la sua riconferma come Sovrintendente non più tardi di un anno fa.
Oggi se ne chiedono le dimissioni perché da almeno tre anni ha la responsabilità del dissesto finanziario e artistico.
Qualcosa non torna, almeno dal punto di vista matematico.
Rilevo anche un paradosso: si propone di applicare tout court la nuova versione della legge Bray e nello stesso tempo si sostiene la disdetta del contratto integrativo decisa dal CdI. Come è noto la nuova versione della legge che oggi viene acclamata e proposta come soluzione non prevede tra le possibilità la disdetta dell’integrativo. Anzi, poiché prima c’era, con la modifica è stata cancellata.
Tutto ciò confonde ancora di più il quadro.
Sono convinto che la modifica alla legge Bray sia nel complesso una cosa positiva, ma penso che debbano essere le parti a scegliere. Per questo ho apprezzato il tavolo voluto da Tosi: è l’unico luogo delle scelte condivise con il pieno coinvolgimento dei lavoratori.
Il tavolo sarà in grado di individuare soluzioni condivise per il bilancio in pareggio ed evitare ipotesi peggiori, tra le quali annovero l’applicazione proprio della Legge Bray nella parte relativa alla riduzione fino al 50% del personale in attività. Quindi, la nuova versione della Bray è solo una delle tante possibilità da valutare.
Infatti, non si può parlare solo di sacrifici e la Fondazione deve rivedere molte zavorre.
Ai lavoratori dico di andare avanti. In questo momento mi paiono gli unici che intendono tutelare il destino della Fondazione e, quindi, di questa meravigliosa occasione per Verona.

Commenti

Related Posts