Il Governo per la Elcograf (ex Mondadori)

Il Governo ha accolto le proposte a favore dei lavoratori della Elcograf di Verona.
In nottata è stato approvato un emendamento che estende il beneficio pensionistico previsto per i giornalisti anche ai lavoratori delle imprese stampatrici qualora le medesime presentino piani di riorganizzazione o ristrutturazione aziendale in presenza di crisi.
È il caso, come purtroppo emerge da tempo, della Elcograf.
In pratica, per i prossimi quattro anni, fino al 2023, se l’azienda dovesse ristrutturarsi e presentare al Ministero del Lavoro un piano di riorganizzazione, i lavoratori potrebbero usufruire del beneficio del prepensionamento in presenza di alcuni requisiti anagrafici.
È la vittoria del buon senso e dell’impegno di tanti.
Un risultato che va a merito di questo Governo – che ha agito fattivamente rispetto a quello precedente che non aveva previsto una norma di favore simile, nonostante delle difficoltà della Elcograf si sapesse da allora – e di tutti coloro che si sono impegnati, colleghi di altri Gruppi (c’erano emendamenti simili anche del M5S e della Lega a firma Tosato) e dei tre deputati del PD che hanno agito ai vari livelli previsti.
Ho apprezzato le sollecitazioni di tanti veronesi, lavoratori, sindacalisti, dirigenti dell’azienda, un ex sindaco, a testimonianza della sensibilità di Verona sulle sorti di un’azienda storica di Verona e di centinaia di lavoratori e delle loro famiglie che, grazie a tutto questo, possono trascorrere il Natale con maggiore serenità.

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *