Il riutilizzo di Caserme sono un’occasione per Verona

Gen 14 2016
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

La definitiva soluzione per le cinque caserme veronesi è stata trovata grazie al Decreto Sblocca Italia.
Per Verona, ricca di immobili della difesa, il Decreto favorisce un ventaglio di occasioni.
Certo, fa più notizia aver trovato la sede per la Polizia Locale, ma rilevanti sono anche la permanenza dell’Esercito a Verona nelle caserme Pianell e Li Gobbi, fatto non scontato, e il reimpiego della Busignani per uffici statali oggi in locazione e, quindi, con risparmi di fitti passivi a carico dello Stato.
Tra questi senz’altro rileva l’Agenzia delle Entrate Verona uno, l’ufficio statale più grande in locazione, ad esempio.
La caserma Busignani è anche occasione per rivedere alcune scelte del passato. Ricordo che la  Commissione Tributaria Provinciale di Verona (CPT) e la Sezione staccata di Verona della Commissione Tributaria Regionale (CTR) sono state sport dal centro città al Quadrante Europa.
Quell’ubicazione in periferia provoca gravi disagi ai professionisti e agli utenti. Basta fare un giro per vedere che dei cittadini interessati dalle decisioni delle Commissioni non c’è traccia. I collegamenti con mezzi pubblici sono difficili e si preferisce non andarci.
Per questo, penso che le sedi delle Commissioni possono essere riportate in centro, quindi, alla Busignani.
Un tema importante, inoltre, sarà regolare i due insediamenti presso le Caserme Trainotti, che sarà trasformata in residenze e Busignani. In entrambe si collocheranno molte più persone e cose di adesso e questo comporterà la necessità di valutarne gli effetti sul traffico circostante.

articolo caserme

Commenti

Related Posts