Martedì 19 gennaio Trenitalia decide se istituire o meno l’ufficio Equipaggi di Verona. Perché qui no e altrove ce ne sono anche troppi?

Ormai da anni, nonostante le promesse e le proposte di FS, Trenitalia ancora non ha istituito l’ufficio Impianti Equipaggi presso la stazione di Porta Nuova.
Nel novembre 2012 nell’ambito del “Progetto Impianto Equipaggi Regionale” l’Azienda aveva proposto l’istituzione nel Veneto di due Impianti con relativa Organizzazione e  presenza di personale: Venezia e Verona.
Ad oggi, però, nonostante il tempo trascorso e le diverse sollecitazioni, la proposta non si è concretizzata. È un segno negativo vista l’importanza e la centralità di Verona nel futuro ferroviario del Paese.
Molti Impianti in Italia che andrebbero chiusi per esiguo numero di treni e di personale restano aperti, quello di Verona, che la stessa Azienda voleva come sede di Impianto Equipaggi, è totalmente chiuso.
Eppure i numeri e la produzione sono di rilievo, senza contare che Verona e’ e sarà ancora di più un nodo fondamentale per le ferrovie italiane e i collegamenti alta capacità con l’Europa.
Non avere un Impianto costringe decine di lavoratori veronesi al pendolarismo quotidiano verso Mestre/Venezia per effettuare prestazioni che potrebbero comodamente e con costi minori per la stessa Azienda, effettuare da Verona.
In vari incontri che ho avuto sulla questione è emersa la volontà di Trenitalia di ridurre gli uffici Equipaggi in giro per l’Italia. Peccato che questo valga solo per Verona. Infatti, ho scoperto che attualmente la situazione in Italia degli Uffici in questione é: uno in Veneto, 6 in Calabria, 4 in Campania, 4 su 5 sedi provinciali in Emilia Romagna, 7 nel Lazio, 4 in Puglia, 4 in Sicilia, 4 in Toscana e 10 in Piemonte.
Come è noto, come numero di treni e di personale, il Veneto, regione policentrica, è seconda solo al Lazio e per gestire personale e numero di treni al Veneto spetterebbero almeno ulteriore personale.
Al riguardo, è stata programmata un’importante riunione il prossimo 19 gennaio a Roma proprio per definire la struttura nazionale degli uffici equipaggi a livello nazionale. Auspico un’inversione di tendenza da parte di Trenitalia, rispettosa delle professionalità  e dei livelli di produttività presenti a Verona.
Trenitalia mantenga i patti!
promesse fs non mantenute

Commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *