Il mio impegno nella Legislatura per i Vigili del Fuoco di Verona

Nov 30 2017
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Punto di partenza – Premessa

Nel 2013 Verona aveva una copertura del territorio notevolmente inferiore alle altre province venete e rispetto alle esigenze:

  1. solo tre sedi di servizio operative a fronte di una media di 6 sedi di servizio per ogni altra provincia della Regione;
  2. il personale era insufficiente. Un pompiere ogni 4.016 veronesi, contro una media regionale di una unità ogni 2.548 abitanti;
  3. la sede del Comando Provinciale non garantiva il pieno soddisfacimento delle esigenze operative.

Risultati

Nuova sede del Comando Provinciale

Il nuovo Comando Provinciale sarà realizzato in Via Apollo (zona Motorizzazione Civile/Genovesa) con autorimessa all’avanguardia. Si risolvono, così, le carenze dell’attuale struttura.

Nuovo presidio a Caldiero per la zona est di Verona e provincia
In un primo momento un nuovo distaccamento permanente era stato deciso in zona S. Michele Extra, nell’ex caserma dei Carabinieri di via Aldo Fedeli.
La decisione è stata riesaminata ed il nuovo distaccamento sarà realizzato a Caldiero, con la compartecipazione finanziaria di 29 Comuni dell’est veronese. Possibile apertura entro primavera 2018.

In valutazione la possibilità di costituire un nuovo distaccamento volontari nella zona di S. Bonifacio.

Trasferimenti di personale

Verona ha ricevuto l’aumento organico teorico di 16 unità. Sono stati trasferiti 28 nuovi Vigili del Fuoco con un saldo attivo, sottratti i trasferiti, di 13 unità compresi i trasferiti temporanei.

E’ in fase di autorizzazione entro il 2018 l’assunzione di altri 375 Vigili del Fuoco (turn over), oltre ad un altro contingente previsto nel Decreto fiscale ed una ulteriore aliquota nella legge di bilancio che sarà definita a breve. Presumibilmente, per coprire il nuovo distaccamento a Caldiero,  serviranno una dozzina di unità, che potrebbero essere trasferite a Verona già nel mese di giugno in concomitanza dell’assegnazione dei vigili del 81 e 82 corso, uno già avviato e l’altro in partenza per il 20 dicembre pv.

Nuovo Distaccamento volontario a Villafranca
Abbiamo autorizzato l’apertura di un nuovo distaccamento volontario a Villafranca. Sono in corso i lavori di ristrutturazione sull’immobile che dovrebbe ospitarlo. Previsione di apertura, comunque provvisoria, entro il primo semestre 2018.
Da verificare la possibilità di trasformazione in permanente nella prossima legislatura.

Natante sul Lago di Garda.
Il presidio dei Vigili del Fuoco di Bardolino non dispone di un natante adeguato al livello di rischio potenziale esistente, soprattutto nel periodo estivo. Il Corpo nazionale ha destinato nel 2016 la somma di 250mila euro circa.

Contemporaneamente, un gruppo di lavoro istituito localmente ha individuato una soluzione per la quale è stato stimato un costo di circa 570mila euro. La parte restante dell’importo rispetto a quanto già stanziato a livello nazionale, sarebbe a carico dei Comuni lacuali che in questi giorni stanno deliberando le risorse necessarie.

Il PD per i Vigili del Fuoco
Approvata una Risoluzione impegnativa per il Governo volta a prorogare al 31 dicembre del 2018 la graduatoria del concorso pubblico per 814 vigili del fuoco di cui al bando indetto con decreto ministeriale n. 5140 del 6 novembre 2008.

Accordo del 30 novembre 2016 tra Governo e sindacati Cgil CISL e UIL per il rinnovo del contratto della pubblica amministrazione fermo dal 2010: 103 milioni di euro per la revisione dell’ordinamento del personale del corpo nazionale è una graduale allineamento economico agli altri corpi dello Stato attraverso l’istituzione di una maggiorazione dell’indennità di rischio  e indennità di mensilità per il personale amministrativo.

Impegno futuro: la copertura INAI per gli infortuni e le malattie professionali come già avviata con disegno di legge per gli appartenenti alle Forze Armate.

Commenti

Related Posts