Razzismo: invenzione o legittimazione?

Lug 30 2018
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Sul pericolo del razzismo, con la sua solita faccia tosta, Salvini nega l’evidenza.

Nel Paese stanno accadendo fatti anomali. E’ sotto gli occhi di tutti che dopo il suo arrivo al Viminale, c’è una sorta di “comprensione” di certi fenomeni, come se nella nostra cultura qualcuno avesse sdoganato il tabù del razzismo e, pertanto, in tanti autolegittimano se stessi a compiere atti di odio verso coloro che sono diversi per il colore della pelle.

Non credo di esagerare, negli ultimi giorni – a parte l’errore frettoloso commesso sulla ragazza colpita ad un occhio con delle uova – ci sono stati i seguenti episodi, tutti a sfondo razzista:

  • a Caserta, due ragazzi del Mali vengono investiti da una raffica di colpi di pistola ad aria compressa;
  • a Napoli, un maliano viene colpito alla pancia da un piombino mentre torna a casa;
  • a Forlì una giovane donna nigeriana viene ferita a un piede da un colpo sparato da una pistola ad aria compressa;
  • a Forlì un ivoriano viene colpito alla pancia con una pistola da softair;
  • a Latina due nigeriani vengono colpiti con una serie di colpi esplosi da una pistola ad aria compressa;
  • a Roma una bambina rom viene colpita alla schiena da un piombino mentre si trova in braccio alla madre;
  • a Vicenza un ragazzo di origine capoverdiana viene colpito alla schiena da piombini;
  • a Partinico (PA) un senegalese viene aggredito con calci e pugni al grido “torna a casa tua”;
  • ad Aprilia (RM) un uomo di nazionalità marocchina viene ucciso da due uomini che buttano fuori strada l’auto e lo massacrano di botte;
  • a Pistoia, un ragazzo del Gambia è stato oggetto di colpi sparati da una scacciacani al grido di “negri”;
  • a Napoli, un senegalese è stato ferito a una gamba da due sconosciuti con un colpo di pistola-

Salvini, che peraltro è il Ministro dell’Interno, anziché lavorare perché questo non accada, è interessato solo a minimizzare ed oscurare il problema.

Senza alcun ritegno istituzionale, è sempre pronto a dare la colpa ad altri, come se lo facessero apposta a metterlo in difficoltà.

E’ un atteggiamento buffone che rischia di legittimare questi evidenti episodi di razzismo e chi li commette. O è questo che gli interessa?

Commenti

Related Posts