Reato di propaganda fascista

Set 13 2017
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Con un nuovo articolo del Codice Penale è stato previsto il reato di propaganda fascista.

La tutela delle istituzioni democratiche non viene erosa dal decorso del tempo, come dimostrano i frequenti episodi ove sono riconoscibili rigurgiti di intolleranza ai valori dialettici della democrazia e al rispetto dei diritti delle minoranze etniche o religiose

Solo negli ultimi mesi del 2017 sono stati denunciati svariati casi di propaganda del regime fascista e nazifascista, sfociata, a volte, in veri e propri atti di violenza e minacce.

Una ricerca dell’ANPI ha trovato 2.700 pagine Facebook legate all’estremismo di destra, di cui circa 300 sono apologetiche o propongono contenuti inneggianti al fascismo.

Il nuovo articolo 293-bis del Codice Penale, punisce come delitto perseguibile d’ufficio la propaganda del regime fascista e nazifascista. Viene punito con la reclusione da sei mesi a due anni chi propaganda contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista ovvero dei relativi metodi sovversivi del sistema democratico: a) anche mediante la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni che raffigurino persone, immagini o simboli ad essi chiaramente riferiti. Il nesso tra tali beni e i partiti fascista e nazionalsocialista e dei relativi metodi sovversivi del sistema democratico deve essere inequivocabile.

La propaganda, quindi, non riguarda le immagini o l’oggettistica, ma i contenuti propri del fascismo e del nazifascismo e, pertanto, non rientrano in questa fattispecie i beni o i contenuti utilizzati per la ricerca storica, la pubblicistica o, ad esempio, il collezionismo amatoriale.

Per configurare il reato occorre che siano richiamati nella propaganda la simbologia e la gestualità, quale, ad esempio, il saluto romano (o nazifascista) fatto in pubblico e l’ostentazione pubblica di simboli che a tali partiti si riferiscono.

La lotta delle Istituzioni democratiche, tutte, alle manifestazioni fasciste è un valore che non verrà mai meno.

Commenti

Related Posts