Responsabilità? Governi chi ha vinto.

Mar 09 2018
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Il Partito Democratico ha perso le elezioni. Formare il Governo tocca ad altri.

Stupisce il dibattito che ci coinvolge: in tanti chiedono al PD di dare una mano, aiutare una soluzione positiva, evitare che si torni alle urne in fretta.

Lo ritengo paradossale, prima ci bocciano alle elezioni e poi ci chiedono di fare la stampella.

La verità, probabilmente, è che le elezioni sono state vinte a metà, ovvero, nonostante l’evidente vittoria politica, manca quella numerica che serve per governare. Sia alla Lega che al M5S.

In questi anni, entrambi ci hanno detto di tutto, l’insulto era la regola, adesso ci cercano trasformandosi in educande. Ovviamente, non di ripicca si tratta, ma a qualcuno sembra ragionevole che governino forze con proposte e progetti completamente alternativi?

E’ più verosimile un’alleanza tra loro. Infatti, sono evidenti alcune convergenze su temi rilevanti. Invece, il problema vero per loro due è che le distanze sono insuperabili in quanto entrambi ambiscono a un’egemonia indiscussa nel loro campo e in alternativa tra loro.

Ma è un loro problema, possiamo farcene carico noi che abbiamo perso?

Curiosamente, però, anziché chiedere a loro come faranno a formare un Governo, vengono chieste a noi le ragioni del perché non ci alleiamo! Un Paese al contrario che pretende che ci arrendiamo senza condizioni.

Lega e M5S hanno promesso solennemente davanti agli elettori Flat tax, redditi di cittadinanza, smantellamenti della riforma pensionistica, contrarietà alla cooperazione europea rafforzata in materia di difesa. Lo facciano. Noi abbiamo proposto altro e abbiamo perso.

Pertanto, la prima responsabilità che sentiamo è quella di dire che per noi i progetti degli altri non solo sono diversi, ma obiettivamente inconciliabili rispetto ai nostri.

Governino pure. Senza di noi.

Commenti

Related Posts