Rosatellum, come si vota?

Gen 31 2018
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Si riceve una sola scheda per la Camera (rosa) e una sola scheda per il Senato (gialla) per chi ha più di 25 anni, altrimenti una sola scheda, quella per la Camera dei deputati..

Si possono fare al massimo due segni sulla scheda: si può barrare il nome del candidato al collegio uninominale (nel riquadro posto in testa alla scheda) e poi barrare una delle liste che lo appoggiano (nei riquadri appositi). E’ possibile scegliere solo e soltanto una delle liste che lo appoggiano.

Non è possibile scegliere un candidato all’uninominale e un partito di una coalizione diversa da quella di quel candidato. Infatti, non c’è voto disgiunto: se si sceglie una lista in un’altra coalizione rispetto a quella che sostiene il candidato uninominale prescelto, la scheda viene annullata.

Non sono previste le preferenze (vietato scrivere sulla scheda), quindi, non bisogna barrare i nomi dei candidati della lista proporzionale che sono scritti sulla scheda. 

Barrando su uno dei partiti nel riquadro sotto il nome del candidato all’uninominale il voto sarà esteso anche a quel candidato medesimo.

Se viene barrata soltanto la casella del candidato uninominale, i voti saranno distribuiti tra le liste che appoggiano il candidato uninominale in proporzione alle preferenze ricevute dalle liste stesse. Quindi se una delle liste che formano la coalizione ha ricevuto il 30 per cento dei voti, riceverà anche il 30 per cento dei voti di chi non ha votato esplicitamente per nessuna lista di quella coalizione ma solo per il candidato uninominale relativo.

In foto l’esempio di un riquadro della scheda, ovviamente quello che ci riguarda.

Un invito. BARRARE solo il simbolo PD.

Commenti

Related Posts