Sboarina blocca l’alta velocità

Gen 30 2020
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Da oltre un anno è stato depositato in Comune di Verona il progetto preliminare relativo alla tratta alta capacità Verona/Pescantina, IV lotto della linea Verona/Brennero ed ancora non è stato fornito l’imprescindibile parere.

Questo grave ritardo è uno dei motivi per i quali l’apertura della linea ferroviaria veloce verso nord è slittata dal 2026 al 2028/2029.

Sono stati pubblicati i bandi per la realizzazione della tratta tra Brescia e Verona. L’arrivo da ovest ci collegherà all’area lombarda con tempi sempre più ridotti ma, soprattutto, collegherà la nostra provincia con le opportunità logistiche attraverso la sistemazione del nodo ferroviario dell’area attorno al Quadrante Europa.

Il centro intermodale, primo in Europa da anni, è pronto ad affrontare la sfida del mercato logistico che punta sempre di più su Verona. Ma, qualcosa non sta andando secondo i programmi previsti.

Infatti, sebbene la meta dei traffici attuali di merci sia il nord Europa – e già oggi tante coppie di treni attraversano il Brennero con partenza o ritorno al Quadrante Europa – la linea ferroviaria esistente non è del tutto competitiva a causa dei limiti infrastrutturali presenti.

Da qui la necessità di realizzare l’alta velocità e, quindi, l’impegno assunto dall’Italia di costruirla velocizzando i trasporti anche attraverso una galleria di 54 chilometri da Fortezza a Innsbruck.

Il progetto complessivo è diviso in quattro lotti ed uno di questi comprende il tratto Verona/Pescantina.

Nel mese di settembre 2018 Rete Ferroviaria Italiana ha presentato il progetto preliminare e da allora non ha più saputo nulla. Un ritardo notevole che sta incidendo negativamente sulla realizzazione dell’opera.

Sfuggono le ragioni, ma sono noti i risultati negativi per l’economia veronese.

Prima o poi qualcuno in Comune si sveglierà. Anche perché a quel progetto sono legate le aspettative di diversi residenti ai quali le unità immobiliari di proprietà saranno espropriate per fare spazio ai binari.

Possibile che il sindaco non senta il bisogno di dire qualcosa? Con il suo atteggiamento sta bloccando l’alta velocità a Verona e la giusta soluzione per decine di famiglie che già da tempo avrebbero potuto organizzarsi.

Commenti

Related Posts