Traforo: da dove arriveranno i soldi per farlo?

Feb 25 2016
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
Il traforo è morente perché non sarà mai finanziato da UniCredit e Popolare Verona. Gli atti a disposizione lo certificano. Quindi, da dove arriverebbero i finanziamenti?
Se il quadro è questo, posso non escludere che Tosi, ormai al tappeto sul traforo, pensi che l’ingresso di Fondazione Cariverona in Veneto Banca e Popolare Vicenza possa favorire il soccorso di queste sul tunnel? Si illude, considerato che non é finanziabile perché ormai superato.
Peraltro, come presidente della A/4 rischia di sprecare denaro. Se le banche non finanziano, perché spendere i 53 milioni dell’autostrada, ammesso che ci siano ancora, per redigere il progetto definitivo e la VIA?
Continuo a credere che sarebbe meglio spendere quei soldi per finanziare la variante alla SS12. In ogni caso, il tema centrale resta la volontà di Tosi di proseguire comunque sul traforo. Lo farebbe  comunque fino al punto di costringere le aziende private ad assumersi il rischio del suo fallimento politico e progettuale ed il sistema bancario a soccorrerlo sottraendo, nei fatti, risorse all’economia locale?
Questo sarebbe lo scenario se la Fondazione investisse in quelle due banche e queste, anziché sostenere l’economia veronese, finanziassero il traforo. Se i termini sono questi, la vicenda Veneto Banca e Popolare Vicenza possiamo definirla sepolta.
Concordo che sia necessario fare un tavolo nel quale si dicano finalmente le cose come stanno. Verona tirerebbe un sospiro di sollievo perché non butterebbe via i soldi del proprio futuro.

Commenti

Related Posts