Unità del centrosinistra con le primarie di coalizione

Feb 22 2017
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Leggo i giornali e mi chiedo: mi sfugge la ragione per la quale (si dice) la possibile candidatura di Gianpaolo Trevisi è posta in alternativa allo svolgimento delle primarie.

Riconosco in quella figura la forza che potrebbe unire il centrosinistra. Ritengo che questo sia il valore da perseguire. In questo momento, lanciare un segnale di unità dell’area di riferimento è il miglior risultato possibile.

Lo sforzo in campo è più che apprezzabile, tutti conoscono le mie perplessità sull’ostracismo di questi mesi verso le sinistre, quindi, avanti su questa strada. E’ sotto gli occhi di tutti, però, che ancora non è conosciuto o meglio, non è dato sapere, se quelle forze alla nostra sinistra intendono sostenere un candidato unitario di tutto il centrosinistra.

Resta intatto, pertanto, il tema dell’unità dell’area.

E’ in ragione di ciò che rinnovo la mia convinzione per l’unica proposta politica che favorisce l’unità: le primarie di coalizione. Queste saranno l’occasione per unire e rendere contendibile la guida della coalizione, che è uno dei passaggi, lo dico con onestà intellettuale, importanti, forse il più importante.

L’esperienza di Milano è stata molto convincente. In un quadro scomposto, con i partiti del centrosinistra agguerriti tra loro, Giuseppe Sala ha partecipato alle primarie, da esterno ai partiti, è stato trasversalmente sostenuto e dopo aver vinto ha formato una sua lista civica.

Ecco, questo è il percorso da seguire, perché sono convinto che ci consentirà margini maggiori di contendibilità della città. Tutti coloro che vogliono competere, i nomi in campo sono più che pregevoli e dimostrano che siamo attrattivi, devono sentire la responsabilità di misurarsi prima di tutti con i nostri elettori.

Se gli proponiamo un’occasione simile, sapranno scegliere il candidato migliore sulla base delle capacità, conoscenza della città e progetti per il futuro di Verona che hanno in mente.

A me pare che le primarie di coalizione corrispondono pienamente sia alla sfida da affrontare sia all’individuazione del candidato unitario del centrosinistra.

Scommetto che i nostri elettori gradiranno la scelta e apprezzeranno chi si mette comunque in gioco.

Non farle può essere un limite.

Commenti

Related Posts