Via libera a 7.903 assunzioni nella Pubblica Amministrazione.

Nov 22 2017
(0) Comments
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus

Il Governo ha autorizzato l’assunzione di circa ottomila nuove assunzioni nei tanti settori della Pubblica Amministrazione: 5.590 ingressi immediati e 2.313 attraverso i nuovi concorsi.

La maggior parte dei nuovi assunti riguarda le forze dell’ordine: 5.149 tra Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Guardia di Finanza e poi ancora vari ministeri, l’Inps e l’Agenzia delle Entrate.
Nel dettaglio, si tratta di 2.033 assunzioni nell’Arma dei Carabinieri, 1.032 nella Polizia di Stato, 619 nella Guardia di Finanza; 1.090 nella Polizia Penitenziaria e 375 nei Vigili del Fuoco. Una nuova stagione di concorsi toccherà poi le amministrazioni centrali, dal ministero dei beni culturali (509 posti) all’Inps (730) passando per l’Agenzia delle Entrate (236) e il Ministero dell’Economia (517).
Erano anni che si registrava un ingresso così rilevante nella Pubblica Amministrazione.
Per svolgere i concorsi c’è tempo fino al 2019, il resto delle assunzioni autorizzate, invece, prevede tempi stretti. Il nulla osta alle assunzioni fa infatti riferimento a quest’anno.
Le selezioni dovrebbero ricalcare i nuovi criteri dei concorsi pubblici, che prevedono cadenza regolare, procedure semplificate, possibilità di razionalizzare, centralizzare, le prove, puntando su risparmi e trasparenza. Per migliorare la macchina dei concorsi si sta anche costruendo un sito ad hoc che raccoglierà tutti i bandi d’Italia. Tra le novità maggiori sicuramente c’è la soglia al numero massimo di idonei in modo da eliminare le graduatorie infinite, tradizionalmente con più idonei che vincitori e conseguenti proteste.
La scelta di riprendere le assunzioni è legata a due fattori: con la riforma della Pubblica Amministrazione serve personale qualificato per completarne le funzioni al servizio dei cittadini e la necessità di incrementare il dispositivo di sicurezza del Paese attraverso nuovi appartenenti alle Forze di Polizia.
Due fattori favoriti anche dalla ripresa dell’economia che ha garantito le risorse economiche necessarie.

Commenti

Related Posts